Tra 5 anni i nostri iPhone avranno batterie davvero performanti!

Postato il 18 novembre 2011 da

Oggi vi proponiamo un articolo su un tema da sempre interessante, quando si parla di smartphone: La batteria!

Alla Northwestern University stanno apportando delle modifiche agli ioni di litio al fine di aumentare la durata delle batterie, portandole ad un’autonomia fino a 10 volte superiore all’attuale con tempi di ricarica ridotti fino a 10 volte gli standard odierni. A darne notizia è la BBC. Questo risolverebbe finalmente uno dei più gravi problemi che riscontriamo nei nostri gadget elettronici.

Purtroppo bisognerà aspettare ancora un pò, si parla di 5 anni per poter immettere sul mercato questa innovazione. Tecnicamente la soluzione sembra che cambiando il movimento e la densità delle celle agli ioni di litio, si riuscirebbe ad aggiungere durata alla batteria ed addirittura a velocizzare il processo di...

ricarica. Il prototipo di smartphone nel laboratorio della Northwestern può essere caricato in soli 15 minuti e con una singola carica raggiunge la durata una settimana.

Lo scienziato responsabile del progetto, dottor Harold Kung, ha spiegato che la velocità e la densità degli ioni possono essere modificate utilizzando diversi materiali durante il processo di produzione della batteria. Il problema è il deperimento: Allo stato attuale, dopo 150 ricariche, che corrispondono a circa 1 anno di funzionamento, la batteria si deteriora. Ma il gruppo di lavoro ha teorizzato che entro qualche anno riusciranno a risolvere il problema, e data la sicurezza con cui viene affermato, possiamo solo aspettarci interessanti miglioramenti.

Una settimana di autonomia farebbe completamente svanire i problemi di batteria, in quanto in 7 giorni avremmo sicuramente il tempo di effettuare una ricarica. Mentre allo stato attuale, molti smartphone, non arrivano neanche a fine giornata! Speriamo bene.

▼Condividi l'articolo


Commenti (3)

 

  1. pietrophotoshop ha detto:

    FIGATA! ma… 5 anni con 2 ricariche al giorno chi me le fa fare!

    • Fabio ha detto:

      🙂 speriamo bene, la tecnologia delle batterie deve necessariamente compiere un balzo in avanti, altro che Ram, Mhz e MegaPixel…

Lascia un commento